t-mag Magazine - Issue 9 - Reading Room

 

t-mag / 9

€15.00Prezzo

ISSUE 9 VIDEOTEQUE

 

Con i suoni di Sophie, Boards of Canada, Burial and many more - selezionati per voi da Pixelord (uno dei fiori all'occhiello della  musica elettronica contemporanea in Russia) andrete alla scoperta di storie, personaggi ed immagini che portano alla luce il sempreverde mondo dei videoclip.

 

Con la nona issue "VIDEOTEQUE" siamo andati alla scoperta della nascita, della crescita e dell'evoluzione del supporto video. Vogliamo far vivere al lettore una vera e propria avventura - dal passato ai giorni d’oggi - dell’arte del video tramite la ricerca e la sperimentazione di quest’ultimo.

 

Lo abbiamo fatto attraverso le testimonianze reali e personali di artisti che hanno vissuto per l'arte e ancora oggi danno luogo, ogni giorno, alla sperimentazione e all'evoluzione dell'immagine.

 

Filippo Rosati di Umanesimo Artificiale ci ha fatto conoscere il fantastico modo di Richie Hawtin, una delle pietre miliari della storia della musica elettronica. Con questa intervista abbiamo avuto l’onore di entrare nel suo mondo intimo e creativo. Abbiamo avuto modo di conoscere le sue speranze per il futuro, la sua inesauribile curiosità e la sua energia vitale che lo guidano sin da quando era un introverso bambino in cerca di una verità personale.

 

All'interno dell'intervista troverete dei fantastici scatti in analogico della fotografa Letizia Guel, realizzate in esclusiva per t-mag, in collaborazione con Prada.

 

In "Beauty and Art will save us" di Isabella Rossi scoprirete la storia di "Isolation", docu-film del buttafuori più influente del mondo della musica elettronica aka Sven Marquardt. Film girato durante il periodo della pandemia in una Berlino vuota e silenziosa.

 

Oggi infatti arrivano prima le immagini dei suoni. L’ascolto e il video hanno un ruolo fondamentale nel creare la propria identità. Ne abbiamo parlato in una lunga ed intima intervista con Mattia Trani, in uscita da poco con il suo ultimo lavoro "Scenery".

Una conversazione personale e a 360* del suo percorso artistico. 

 

Intervista accompagnata da un servizio fotografico diretto da uno dei fautori della nuova immagine della musica italiana: Roberto Moro. Fotografo di: Salmo, Mace, Marracash, The Bloody Beetroots, e Massimo Pericolo.

 

Troverete anche Massimo Pericolo in una veste insolita. Lo abbiamo intervistato insieme agli amici di una vita: Alberto, Matteo, Oliver di Labzero. Creators dei primi video di Massimo Pericolo: 7Miliardi, Sabbie d'oro, Polo Nord fino alla più recente Bugie.

 

Insieme ci hanno parlato della necessità di usare il video come forma di comunicazione, delle piattaforme con le quali si approcciati, che li hanno influenzati maggiormente e della necessità che ha la musica di avere dei videoclip al giorno d'oggi.

 

Il tutto seguito dal fascino delle polaroid scattate dal fotografo Giacomo Infantino in un ambiente fuori dai soliti clichè dell'artista, ma in una dimensione reale, familiare e privata della vita di provincia.

 

Edoardo LaSala ci fa entrare in punta dei piedi nel fantastico mondo della "fashion activist" Bea Åkerlund: costumista di Madonna, Beyoncé, Lady Gaga e Rihanna. 

 

Abbiamo sviscerato il mondo dei video: Edoardo Bertazzoni ci fa conoscere Tik Tok da un altro punto di vista, Samuele Maoloni ci fa scoprire il mondo dei VideoRave e Martina Storani l'universo del droning con NilsAstrologo.

 

 

Ed ancora: Pfadfinderei, Domenico Romeo, Tiziano Russo, Simone Biavati e VSAFestival. Playlist by: Pixelord. Interviews: Bea Åkerlund, Richie Hawtin, Mattia Trani, Pfadfinderei, Sven Marquardt, Simone Biavati, Labzero & Massimo Pericolo, Tiziano Russo, NilsAstrologo, Domenico Romeo

 

___

 

t-mag is a new concept of reading. Italiano come i suoi fondatori, tangibile come la carta stampata, trimestrale come il tempo necessario per realizzare un prodotto di qualità made in italy; t-mag.

 

Nasce nel 2018 dalla volontà di creare un mezzo di veicolazione delle informazioni reale, fisico, una piattaforma in cui la musica, la moda e il design si uniscono per dar vita ad un’esperienza estetica complessiva.

Ogni issue prende ispirazione da tematiche diverse che vengono declinate per ogni rubrica, riuscendo così ad aprire labirinti di collegamenti che mai avreste immaginato.